CASARSA, CUORE E CARATTERE, TRASCINA IL SISTEMA A GARA 3

Casarsa batte il Sistema Pordenone in una gara avvincente ed equilibrata. Ora tutto si deciderà fra tre giorni al Pala Crisafulli di Pordenone

Al suono penetrante della sirena il Palarosa esplode.
Casarsa ha battuto la capolista, la dominatrice assoluta della stagione regolare e (ancora) la più accreditata per il salto di categoria.

I ragazzi si abbracciano e nei loro occhi si scorge una luce particolare che va oltre la felicità dell’impresa, la luce di chi ha raggiunto un obiettivo molto speciale.
Ieri sera più di qualcuno ha dimostrato a se stesso di essere cresciuto e di aver fatto enormi passi avanti sulla strada della maturazione non solo tecnica ma anche umana.

Tutti però hanno capito che essere squadra è un fenomenale moltiplicatore di potenza ed è ciò che in campo fa e ha fatto la differenza.
Può anche non essere la “tua serata”, ma in una sfida dove un punto può cambiare il colore deil referto che ti verrà recapitato, sai che il tuo contributo, un canestro, un assist o una parola di incitamento ad un tuo compagno, può valere la vittoria.

Cuore, carattere, determinazione, tenacia, ecco gli ingredienti che hanno permesso ai biancorossi, avanti nel punteggio per 30′, di non mollare, dopo essere andati sotto a -5 con una manciata di minuti da giocare.
Gestire un finale così è lampante segno di maturità e su questo c’è poco da discutere.

Poco altro da dire quindi ma prima di concludere questa breve riflessione permetteci una parola per chi ha guidato questi ragazzi in questo lungo cammino.
Trovare la chimica giusta e le motivazioni in un gruppo nuovo e giovane non è da tutti e non è un impresa facile e che si realizza in poco tempo.
Il lavoro fatto e i risultati sono sotto gli occhi di tutti e questo non è frutto del caso ma di competenze, serietà e duro lavoro in palestra e se questo lavoro sarà continuato in futuro gli obiettivi potranno essere ancora più ambiziosi di quelli raggiunti quest’anno.

Lasciamo allora come d’abitudine al principale artefice di quest’opera, Matteo Silvani, poche parole di commento alla cavacata vittoriosa di ieri sera:

In primis dedichiamo questa vittoria a Riz (Alessandro Rizzi) che operato d’appendicite ha chiuso anzitempo la stagione.
Volevamo questa vittoria con tutte le nostre forze. Non tanto per non chiudere la stagione o arrivare a gara 3 ma per dimostrare a noi stessi che il Sistema non poteva batterci quattro volte di fila.
Penso che abbiamo meritato la vittoria perché nell’arco dei 40 minuti abbiamo quasi sempre comandato nel punteggio
I ragazzi oggi hanno superato loro stessi perché nei due momenti critici, nel terzo quarto e a pochi minuti dalla fine sotto di 5, hanno avuto la forza di non crollare contro in avversario che sembrava potesse gestire l’incontro.
Questo gruppo nel momento topico ha fatto un enorme salto in avanti sul profilo della personalità. Tutti hanno dato il loro contributo per regalare al nostro grande pubblico una serata da ricordare. Ora prepariamoci alla battaglia di gara 3 consapevoli che non siamo arrivati per caso.

Non c’è tempo per festeggiare perchè domenica, alle 18.00, si torna in campo e questa volta per designare senza appello chi proseguirà il cammino verso la promozione.
Noi ci saremo, consapevoli che ora nulla è scontato e che in una partita secca tutto può capitare.
Forza Casarsa!

Polisportiva Casarsa vs Sistema Basket Pordenone 73-68

Parziali: 16-13, 41-33, 51-51

Tabellini:
Pol Casarsa: Dell’Angela 4, Bondelli 4, Cengarle, Pignaton Mas. 2, Miani 9, Dalmazi 9, Indri 4, Prenassi 11, Mozzi 13, Perisan ne, Costantini 17. All. Silvani, ass Sant e Zamparini
Sistema Basket PN: Galli D. 13, Galli M. 17, Fantuz 8, Nora 2, Valente 2, Labelli 5, Nava 1, Coran ne, Pasquali ne, Marcon 9, Piovesana 11. All. Spangaro, ass Colombis

Arbitri: Del Fabro e Romeo

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com