CASARSA NON BRILLA MA NELLA SECONDA META’ DI GARA LEGITTIMA LA VITTORIA CONTRO AZZANO

I ragazzi di Matteo Silvani, trascinati da un ispirato Francesco Tagliamento, soffrono nella prima parte di gara per poi imporsi ed espugnare il Pala Molent nel quarto finale

Dopo la sconfitta interna contro Cussignacco, la COOP ha voglia di riscatto ma l’avversaria di turno, Azzano, è una di quelle da non sottovalutare: minor tasso tecnico nel suo roster, ma, a compensazione, volontà, carica agonistica e muscoli per tentare lo sgambetto alla truppa di Silvani.

I biancorossi partono decisamente male, lenti, quasi svogliati e i biancoblù di casa ne approfittano facendo il loro.
Zucchetto, su tutti, prende per mano i padroni di casa e, con vena balistica degna di nota, infila tre bombe tra primo e inizio secondo quarto.
Il fatturato di Casarsa dal campo, per contro, è poca cosa considerato che, tra errori banali di sufficienza e mannaiate sulle mani dei tiratori, dove si raccoglie di più è dalla lunetta: 8 punti sui 12 totali della frazione arrivano dalla linea della carità.

Secondo quarto con timidi segni di risveglio.
Capitan Pignaton si ricorda di avere un tiro dalla media che molti gli invidiano e Tagliamento non è da meno. Qualcosa inizia ad entrare con più continuità e anche in difesa la press alta ordinata dalla panchina dei reds mette spesso e volentieri in difficoltà i portatori di palla avversari che regalano palloni preziosi.
Al 5′ Casarsa impatta sul 22-22 per poi dare vita una fase caratterizzata da sorpassi e controsorpassi che conducono al 36-34 della sirena di metà gara.

In uscita dagli spogliatoi, la ripresa per Perisan e soci non ispira ottimismo, anzi.
Banali “perse” e Azzano pronto a punire dalla distanza con Tesolin e Giro ricacciano a -7 i biancossi.
Qui Casarsa dimostra maturità non disunendosi ma raccogliendo energia e determinazione da una difesa asfissiante tuttocampo che manda in tilt i palleggiatori azzanesi e frutta possessi trasformati in punti preziosi: 46-46 al 6′, 48-53 al 7′ per concludere sopra di 3 a 10′ dalla fine.

L’inerzia positiva prosegue anche durante i primi minuti dell’ultima frazione di gioco.
Qui Tagliamento (foto in alto) e Gabriele Indri, menano le danze in attacco mentre Azzano sembra non averne più.
A 2′ dalla fine siamo 59-67 e la vittoria sembrerebbe in cassaforte ma “leggerezze di gioventù” e “lacune in calcolo aritmetico” lasciano via libera alle incursioni di Botter che, in due azioni fotocopia si fa tutto in campo segna e subisce anche fallo.
Così il lumicino della speranza dei padroni di casa (e l’ansia dei sostenitori casarsesi) arde ancora fino fino ai secondi finali.

Vittoria importante per la classifica quindi, ma più importante, a nostro avviso, perchè dà consapevolezza che trovando continuità e migliori percentuali al tiro, gare come queste si possano chiudere anzitempo senza portarsele alle battute finali.

Infine il misurato commento di Matteo Silvani:

La vittoria di ieri è un passo in avanti dal punto di vista mentale.
Abbiamo faticato parecchio a metterci in ritmo in attacco, cosa un po’ inconsueta per noi, e in difesa abbiamo sofferto soprattutto all’inizio un Azzano in palla, che ha mostrato buone individualità.
Nonostante gli infortuni di Cengarle e Pignaton e i problemi di falli di Dell’Angela, sotto di 7 nel terzo quarto abbiamo reagito mostrando carattere e pazienza.
Nel finale ci siamo complicati un po’ la vita altrimenti la vittoria sarebbe stata più larga.
Dobbiamo lavorare sui nostri primi quarti, che al momento ci condizionano troppo.
Ora pensiamo ad un altro derby in trasferta, con Rorai che ha dimostrato il suo valore a Cussignacco,e che sarà affamato di punti.

Basket Azzano vs Polisportiva Casarsa 71-73

Parziali: 19-12, 17-22, 17-22, 18-17

Tabellini:
Pol Casarsa: Dell’Angela 9, Cengarle 2, Indri 11, Stefani 2, Tagliamento 20, Bondelli 6, Prenassi 7, Vegnaduzzo ne, Pignaton 13, Perisan 3. All. Silvani, ass Zamparini
Azzano: Portolan 4, Botter Fed. 2, Tesolin 17, Zambon, Botter Fil. 14, Fumei, Manias 4, Zucchetto 12, Schiavo, Giro 14, Verardo 4, Turchet. All. De Stefano

Arbitri: Saule e Covacich

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.