CASARSA SI REGALA UNA BELLA VITTORIA CONTRO RORAI

Era una gara molto attesa quella di domenica al Palarosa tra Casarsa e Rorai.
Due squadre quasi a pari merito nelle parti alte della classifica che miravano entrambe a rimanerci.
La posta in gioco quindi era molto alta e la conseguenza diretta la disputa di una partita a tratti molto nervosa a scapito del gioco e con continui avvicendamenti in testa e punteggio altalenante per tutta la gara.

Un ottimo Costantini 18 pti (3 su 8 da 2 ,3 su 5 da 3 e 3 su 5 ai liberi), un grande, anche se acciaccato, Matteo Pignaton con 17 pti (5 su 13 da 2 e 7 su 9  ai liberi) e un affidabile Matteo Dalmazi 13 pti (1 su 9 da 2, 3 su 9 da 3 e 2 su 4 ai liberi) con l’aiuto di Giovanni Bondelli 7 pti , Dell’Angela e Perisan 6 pti, Indri 4 pti,  Pignaton max e Prenassi  3 pti, Cengarle 2 pti e hanno confezionato un bel regalo di Natale.

Partita dal pronostico difficile per l’esperienza e la fisicità della compagine di Rorai e per il roster rimaneggiato e non al meglio dei biancorossi con Mozzi ancora inutilizzabile, Miani infortunato in settimana e Matteo Pignaton, come detto convalescente da una settimana d’influenza e con una caviglia dolorante dall’ultimo allenamento.

Primi minuti con Casarsa che soffre e Rorai che da l’impressione di poter gestire la gara.
Ma così non è: al 7′ le due squadre si ritrovavano sul 13 pari per finire punto a punto nel primo quarto con un 20 a 20 finale.

Secondo quarto con una costante pressione dei nostri anche se con molte sbavature ma che frutta il massimo vantaggio all’ 8′ sul 41 a 37 per poi andare negli spogliatoi sul +4 all’intervallo (47 a 43).

Ripresa con i “gialli” pordenonesi che cercano di cambiare il ritmo, soprattutto in difesa e Bondelli e soci che evidenziano qualche difficoltà nel far girare la palla.
Il parziale del quarto è ad appannaggio degli ospiti 19-22, ma Casarsa è ancora avanti sul tabellone 66 a 65.

Ultimo quarto con Rorai che continua a mettere pressione mentre i biancorossi iniziano a tirare il fiato con le batterie in via di esaurimento: non ci sono più forze tanto che andiamo sotto, al 5′ a -5 (66 a 71), ma l’orgoglio e la determinazione conducono ad impattare al 6′ sul 73 pari.
Poi con un tiro da 3 di Costantini e la poca lucidità degli ospiti in attacco, fissano il punteggio sul 79 a 75 .

Coach Silvani commenta così:

Ci siamo regalati due punti importanti.
Per la classifica, per il morale, per allenarci con serenità durante la pausa natalizia.
Oggi non era facile perché Rorai è squadra esperta, che sembra concederti tanto ma ti punisce continuamente ad ogni errore.
Abbiamo fatto fatica a prendere inerzia, andando troppo presto in bonus e lavorando troppo poco di squadra in difesa.
Questo ci ha fatto perdere ritmo in attacco e le percentuali sono state al di sotto dei nostri standard. Nonostante questo sotto di 5 a due minuti dalla fine ci abbiamo creduto e abbiamo dato la zampata finale.
Psicologicamente è una vittoria importantissima perché fa crescere la nostra autostima e per andare a giocarci le nostre carte a Pordenone dopo le feste ce ne serve parecchia”.

Al termine della partita la squadra al completo è stata accolta da un lungo e caloroso applauso dai numerosi presenti alla tradizionale cena di Natale della “famiglia” della Polisportiva Casarsa che si è svolta presso la sala dell’oratorio di San Vito al Tagliamento.

Per l’ultima gara del girone di ritorno  dobbiamo attendere la lunga pausa natalizia.
Siamo certi che Pignaton e compagni si saranno preparare al meglio per la sfida con la prima in classifica e imbattuta Sistema Pordenone.
Un appuntamento da non perdere:  domenica 7 gennaio ore 18.00 al Palacrisafulli.


ASD Pol. Casarsa – Pol. Roraigrande 79-75 (20-20, 47-42, 66-65)

Tabellini:
ASD Casarsa: Pitton, Dell’Angela 6, Bondelli 7, Cengarle 2, Pignaton Mas. 3, Pignaton Mat. 17, Dalmazi 13, Indri 4, Prenassi 3, Perisan 6, Costantini 18.  All. Silvani Ass.Sant
Pol. Roraigrande: Freschi A. 8, Marchi, Dal Moro 22, Baschiera, Pilat, Basso Luca, Massarotti 3, Pivetta 12, Sluder 11, Williams 2, Begiqi 17. All. Freschi P.

Arbitri: Galli e Gregoratti