Casarsa Under 13 chiude una stagione positiva… ma senza la ciliegina

Polisportiva Casarsa > News > Giovanili > U13 mas > Casarsa Under 13 chiude una stagione positiva… ma senza la ciliegina
3S Codenons – COOP Casarsa 64-51

L’ultimo match del girone high della seconda fase del campionato provinciale U13 che ci vedeva opposti ai “folpi” della 3S Cordenons si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 64-51 e se da un lato, ai fini del prosieguo del cammino nella fase regionale, tale incontro era ininfluente, sotto altri aspetti i nostri bravi ragazzi e bravi giovani cestisti (come visto, le due cose non sono sempre in sintonia), avevano motivazioni da vendere per tentare di rovesciare il risultato della gara d’ andata che ci aveva visti soccombere immeritatamente tra le mura domestiche.

Parte contratta la squadra di Napoli e sin dalle prime battute, stenta ad ingranare le marce alte, rimanendo quasi costantemente intrappolata nella pressione difensiva posta in essere dai biancoverdi capaci di giocare costantemente al limite del fallo (e spesso oltre…) al quale, non abbiamo saputo reagire contrapponendo un atteggiamento agonistico adeguato, puntando come di consueto alla costruzione del gioco del basket, vero mandato per chi come la Polisportiva Casarsa desidera generare giocatori di basket oltre che uomini veri, anche contemplando la sconfitta come mezzo per crescere, in luogo della ricerca della vittoria ad ogni costo che probabilmente serve solo a rimpinguare il palmares dell’allenatore, ma non certo a giocatori in crescita.

14-9, 31-19, 44-37, 64-51 questi i parziali dei singoli quarti con una fiammata dei nostri solo nella terza frazione forti di un parziale di 13-18.

Dicevamo che da una sconfitta si possono trarre degli insegnamenti e motivi sui quali crescere, beh, direi che l’attaccamento alla maglia, alla squadra, l’amicizia fraterna che si sono letti nei messaggi e riflessioni generati da alcuni giocatori, e condivisi da tutti, compagni di squadra, genitori, staff tecnico etc, nei momenti e giorni seguenti hanno dimostrato che questa sconfitta è servita non poco, per capire ciò che andava fatto meglio o in altra maniera, su quanto sia importante il lavoro sodo costante e serio in palestra, e pure quanto l’atteggiamento è l’approccio mentale sia determinante per farci trovare sempre pronti.

Ora inizia la fase più importante dell’anno, quella nella quale si lavora in palestra, ai fondamentali, al miglioramento delle qualità tecniche individuali e di squadra, un periodo di lavoro determinante per gettare ulteriori basi per gli anni a venire.

Campionato finito e ringraziamenti da fare : uno su tutti, a Coach Diego Napoli ed al suo Assistente Andrea Lapenna che hanno saputo cogliere i frutti del lavoro svolto su questi ragazzi sino ad ora e svilupparlo con pazienza e cura dei dettagli generando l’annata cestistica ad altissimo livello cui abbiamo assistito e che meritano la nostra sincera riconoscenza ed un simbolico applauso.

Tabellini: Trivalic 1, Piscitelli 0, Miorin 6 (con 14 palle recuperate) Berlese 5, Liva 2, Di Cosimo 3, Vegnaduzzo 17, Mitri, Castellarin 7, Moro 4, Fasan 5, Leschiutta 2. All Napoli, Ass Lapenna

Da Boston e’ tutto

By Kevin Mc Hale
avatar_McHale

1 Risposta
  1. Gran bel gruppetto di giovani volenterosi che lavorano con impegno e umiltà sotto la guida di due ottimi allenatori ! passione e tenacia portano sempre buoni risultati !