CENGARLE-DELL’ANGELA: TWO NEW KIDS IN TOWN


Natale Miorin intervista Simone Cengarle e Alessandro Dell’Angela che si presentano ai lettori del sito e alla tifoseria biancorossa che dal prossimo anno li vedrà impegnati sul parquet del Palarosa di Piazzale Bernini. Nella foto Simone e Alex con il neo allenatore Matteo Silvani, il presidente Federico Fasan e il DS Diego Napoli.


Due nuovi acquisti per la nostra prima squadra.
La società ha infatti perfezionato l’accordo per due giovani giocatori: stiamo parlando di Simone Cengarle di Rivignano, ala di 194 centimetri, classe 1997 proveniente dal Sistema Basket e Alex Dell’Angela di Biauzzo di Codroipo, guardia e play di 188 centimetri, classe 1996 che, nonostante la giovane età, nella scorsa stagione ha militato nella categoria superiore tra le fila della Bluenergy Codroipese in C gold.

Dopo l’ottima stagione scorsa, la Polisportiva Basket Casarsa prosegue così la sua rivoluzione tecnica fondata sui giovani.
Due giocatori promettenti e di qualità per coach Matteo Silvani che soddisfatto commenta così:

Dell’Angela e Cengarle sono due ragazzi che ho fortemente voluto perché, seppur giovani, hanno maturato già esperienza in un campionato senior. Entrambi sono desiderosi di far parte di questo nuovo corso e sicuramente avranno un ruolo fondamentale all’interno della squadra. Con loro due ci assicuriamo gli spot di Play e Pivot che rappresentano l’ossatura della squadra. Dell’Angela può ricoprire due ruoli (play e guardia), è forte fisicamente ed è un ottimo difensore. Cengarle ci assicurerà un buon contributo a rimbalzo e pericolosità in post basso”.

Ma andiamo a conoscere meglio i “novelli” casarsesi:

Da quale squadra provieni? Sei soddisfatto della tua trascorsa stagione?

Simone: L’anno scorso ho disputato sia il campionato di Serie D con il Sistema Pordenone che quello Under 20 con il Codroipo. Posso ritenermi da un lato contento per aver fatto esperienza in un campionato competitivo come quello di Serie D ma al contempo rimane la delusione di aver fallito sia la missione salvezza con il Sistema che l’aver perso la finale di campionato regionale U20 contro il Cordenons.

Alex: La scorsa stagione ero nella rosa della Bluenergy Codroipo in C Gold, serie in cui però ho trovato poco minutaggio.

Descriviti come giocatore: i tuoi pregi e i tuoi difetti? C’è qualche aspetto che pensi di poter ancora migliorare? Che ruolo vorresti avere nel Casarsa 2017-18?

Simone: Come pregio penso di essere un buon uomo squadra, sempre pronto a dare una parola o a smorzare le situazioni spiacevoli o di disordine dentro e fuori dal campo. Come difetto dico solo che l’anno scorso i senior mi chiamavano “buco nero” per la mia capacità di tirare tutto quello che mi passava in mano…

Alex: Penso che le qualità migliori che ho riguardano la lettura delle situazioni di gioco, mentre dovrò lavorare molto sul tiro che ritengo un po’ altalenante. Quest’anno spero di riuscire a confermare le aspettative di allenatori e società

Chi conosci dei tuoi futuri compagni e dello staff?

Simone: Conosco bene oltre ad Alex, Costa, Pigna junior. Gli altri più e meno di vista.

Alex: Durante gli anni da under ho avuto modo di giocare con Matteo Pignaton, Simone Cengarle e Alessandro Costantini dei quali conosco bene le qualità; allo stesso modo conosco l’allenatore Matteo Silvani che mi ha già allenato in under 19 e il vice allenatore Enrico Sant con cui ho anche un rapporto di amicizia fuori dal campo di gioco.

Con quale stato d’animo affronti questa nuova avventura e cosa pensi di poter dare alla tua nuova squadra?

Simone: La affronto con molto entusiasmo e voglia dì dimostrare quel che valgo, e soprattutto voglia di rivalsa per le delusioni dell’anno passato. Penso di poter dare voglia di vincere e intensità.

Alex: Innanzitutto ringrazio la Polisportiva Casarsa per avermi dato la possibilità di mettermi in gioco; da parte mia sicuramente ci sarà l’impegno a dare sempre il 100% e una serietà nel lavoro maturata in questi due anni di squadra senior a Codroipo. Spero come già detto di confermare le aspettative della società e magari di avere anche qualche soddisfazione a livello di risultati durante la stagione.

Hai parlato con coach Silvani, cosa vi siete detti ?

Simone: Beh non ci siamo detti molto, alla fine mi allena da più o meno quattro anni quindi l’intesa è alta e l’ho visto molto motivato.

Alex: Fin da subito mi ha dato piena fiducia, fondamentale per cominciare un nuovo percorso, poi mi ha spiegato le linee guida della squadra del prossimo anno, ovvero i giocatori, le potenzialità del gruppo e il metodo di lavoro. Ho già avuto modo di lavorare con Matteo e penso che seguendo le sue direttive possiamo dire la nostra nella prossima stagione.

Descriviti fuori dal campo: cosa fai nella vita? Quali sono i tuoi hobby? Qualche curiosità sul tuo conto…

Simone: Studio all’università e quest’estate lavoro come animatore, mestiere che ormai faccio da circa 6 anni. Tra gli hobby ci metto gli sport, in generale, e in particolare gli sport estremi.

Alex: Attualmente sono uno studente di Architettura dell’Università di Udine. Le mie passioni sono la musica e la Formula 1.

Com’è iniziata la tua carriera?

Simone: Ho iniziato da piccolo, non mi ricordo quando di preciso, probabilmente perché mio padre giocava e quindi è stato naturale.

Alex: La prima palla a spicchi mi è capitata un po’ per caso tra le mani quando avevo 9 anni, dopo le piccole parentesi di calcio e nuoto.

A conclusione del tuo trasferimento vuoi ringraziare qualcuno?

Simone: Principalmente coach Silvani e in generale la dirigenza per la fiducia che ha avuto in me.

Alex: Sicuramente voglio ringraziare la società di Casarsa e coach Silvani per la opportunità e per la fiducia, poi voglio ringraziare i miei compagni di squadra di Codroipo, i quali mi hanno aiutato a crescere sia sul campo che fuori.

Le tifose del Casarsa sicuramente vorranno sapere se hai una fidanzata…

Simone: No, non ce l’ho.

Alex: Ad ora sono felicemente impegnato con Eleonora da poco più di due anni

Cosa speri di trovare a Casarsa?

Simone: La fidanzata…

Alex: Spero di trovare serenità in campo e di contribuire alla creazione di un gruppo compatto

Hai già un soprannome (se si spiega perché…) o te lo dobbiamo affibbiare noi?

Simone: Più che altro un diminutivo che è “Cenga” o una storpiatura come “Sieng”. Però uno nuovo non mi dispiacerebbe.

Alex: Il mio soprannome è Axel Foley, protagonista dei film Beverly Hills Cop; il perché di questo nome non si sa bene, ma certo è che per questo soprannome devo ringraziare Larry Trevisan.

Non resta allora che mandare un messaggio ai tifosi del Casarsa:

Simone: Di venire a tifare la squadra e sostenerci fino alla fine.

Alex: Spero che la prossima stagione sia divertente prima di tutto per voi e che metteremo tutto l’impegno possibile affinché ci siano delle soddisfazioni a fine anno.

Simone e Alex vi ringraziamo per la preziosa collaborazione e per il tempo dedicato a questa intervista. Benvenuti in casa Casarsa e buona stagione sportiva!!!