FURLAN MATCH WINNER E CASARSA TORNA A SORRIDERE

Casarsa suda le proverbiali sette camicie ma, quello che più conta, esce vittoriosa dalla sfida con la Pallacanestro Mirano interrompendo la lunga striscia negativa di cinque sconfitte di fila nelle ultime gare di campionato.

Le biancorosse, alla stregua della leggendaria regina di Itaca, Penelope, tessono e disfano la loro tela: diverse volte nel match costruiscono vantaggi importanti (+14 a fine primo quarto, +10 a fine terzo), dando la sensazione di avere quella marcia in più per chiudere i giochi, ma poi, regolarmente, si fanno acciuffare dalle venete che si ritrovano a giocare insperatamente anche un tempo supplementare necessario per decretare la vincente. Ma veniamo alla cronaca:

Al cospetto della attrezzata Mirano, Furlan e compagne ritrovano fin da subito le trame offensive utili per andare con regolarità a centrare la retina mentre in difesa il nostro canestro sembra una roccaforte inespugnabile. Infatti è eloquente il primo periodo chiuso per 18 a 4.

Nella seconda frazione le padroni di casa rifanno però gli errori delle precedenti partite dove la confusione offensiva si somma alle imprecisioni nel contenere gli attacchi delle venete. Al riposo lungo si va comunque sopra di sei lunghezze (31 a 25)

Le alchimie tattiche di coach Bosini spiegate nell’intervallo e messe in pratiche nel terzo periodo producono  un nuovo break di 10 punti. Le biancorosse però fanno fatica a mantenere l’inerzia e alla fine del terzo il tabellone segna 45-35. La squadra ospite infatti riprende coraggio e riesce ad affondare con troppa facilità nella difesa di casa e si trova cosi sopra nel punteggio a tre minuti dal termine. A questo punto esce dal torpore generale Serena che in attacco porta acqua al proprio mulino e con una tripla a meno tre riporta nuovamente in vantaggio la squadra con il tabellone che segna 48 a 47. Gli ultimi due minuti della gara sono al cardiopalma con il tiro libero di Furlan che chiude l’incontro 51 pari.

L’over time è un “batti e ribatti” continuo con la buona difesa delle casarsesi e con Vincenzutto che esce prepotentemente come protagonista assieme a Carrer, Callegaro e Furlan. Con i giochi offensivi proposti da coach Bosini, le ragazze riescono a far pendere il risultato in proprio favore chiudendo con un più due (58 a 56) la gara che vale molto di più di una singola vittoria.

E’ questa la strada che dobbiamo percorrere – sottolinea coach Bosini – Anche nelle difficoltà offensive dobbiamo trovare, nella difesa, la forza di stare in partita senza demoralizzarci perché le cose in attacco si inceppano. Una gara dunque che ci deve insegnare a lottare sempre e dovunque per tutti i 40 minuti al fine di ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

Dopo le cinque sconfitte consecutive, che avevano lasciato il segno, sono due punti che fanno morale alle biancorosse anche se arrivano dopo un over time.


A.S.D. Pol. Casarsa – Ongarato Mirano 58-56 d.t.s. (parziali: 18-4, 31-25, 45-35, 51-51)

Tabellini:
Pol. Casarsa: Devetta E., Pivaveroi, Furlan 24, Callegaro 9, Scaringi 2, Vicenzutto 6, Vettori, Serena, 8, Devetta A., Baldo 2, Carrer 5, Guerra 2. All. Bosini, ass. Terenzani
Ongarato Basket Mirano: Tasca E. 13, Trombetta 4, Carraro, De Piccoli 2, Scattolin, Bernardi Zizola 1, Novara 4, Tasca B. 15, Rampin 17, Faoro. All. Polo, ass. Boato

Arbitri: Anastasia e Sellan

© Copyright ASD Polisportiva Casarsa – Riproduzione riservata[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]