GRANDE PROVA DI ALEX DELL’ANGELA CHE TRASCINA I BIANCOROSSI VERSO I QUARTI DI FINALE

I "reds" chiudono la serie con i goriziani vincendo meritatamente anche gara 2 ed entrando nella top-eight regionale.

I ragazzi terribili di Matteo Silvani mandano al tappeto per la seconda volta, nel giro di meno di una settimana, l’Alba Cormons, conquistando l’accesso ai quarti dove se la vedranno con una tra Sistema o Sokol (impegnate domenica nello scontro decisivo).

In un Palarosa gremito, il nervosismo si avverte palpabile.
Cormons sa che i prossimi 40′ minuti valgono un intera stagione e Casarsa vuole chiudere il discorso beneficiando del fattore campo e della spinta dei suoi supporters.

Inizio equilibrato con gli ospiti concentrati a non farsi sorprendere come in gara 1.
Si avverte già che sarà una partita fisica ma pochi ne avrebbero dubitato viste le credenziali dei protagonisti.

Rizzi e Alex Dell’ Angela imprimono velocità e fanno girare bene la palla in attacco prendendosi le loro responsabilità in fase di finalizzazione; ma Casarsa esprime il meglio di se in difesa dove i goriziani si tengono a contatto collezionando punti quasi solo dalla linea della carità.
Con una tripla di Costantini e una incursione nel pitturato di Max Pignaton (per noi MVP della gara in condominio con Alex Dell’ Angela) che gli frutta due punti dalla lunetta, Casarsa è avanti di 7 a fine quarto (19-12).

Anche la seconda frazione non esprime verdetti anticipati.
Gli ospiti non riescono a pungere dalla distanza ma Silvani deve affrontare il rebus Raccaro che sfrutta al meglio chili ed esperienza per seminare scompiglio sotto canestro dei padroni di casa.
I lunghi casarsesi, già gravati di falli, impongono alla panchina rotazioni obbligate e la partita si fa fisica e oltremodo nervosa: viene fischiato un tecnico alla panchita ospite per proteste e, successivamente, Giovanni Bondelli è costretto a ricorrere alle cure mediche per una doppia ferita all’arcata sopracigliare, rimediata in un contatto con un avversario.
In attacco i reds si dimostrano ancora una volta squadra e il contributo a referto è distribuito fra i singoli: bene Mozzi e Prenassi e zampata finale di Dalmazi e Dell’ Angela che cacciano i goriziani a -10 (44-34).

Al rientro dall’intervallo lungo Cormons cerca disperatamente il riaggancio con uno sforzo che porta la firma di Raccaro e Cucut e che porta gli ospiti sul -4.
I padroni di casa però non hanno cali, dimostrando quadratura e maturità, e rispondono parando l’affondo e passando al contrattacco sospinti dal “solito” Dell’ Angela.
A dieci giri di lancette dalla sirena finale il passivo ospite è consistente (64-48) e più di qualcuno, dei navigati giocatori di coach Cittadini, crolla dal punto di vista nervoso: moltissimi falli sanzionati tra i quali diversi antisportivi fischiati ai cormonesi che si vedono anche espellere Cucut.

Poco altro da raccontare nell’ultimo quarto con Casarsa che amministra agevolmente e con Max Pignaton sugli scudi che da spettacolo con le sue serpentine ubriacanti e con una rubata da principe dei ladri (convertita in due punti) che fa esplodere il tifo biancorosso sulle tribune.

Ora, come detto, in attesa di conoscere chi sarà l’avversario che Casarsa incrocerà sulla sua strada, godiamoci questo risultato e iniziamo a convincerci che sognare in grande non è un azzardo,…… anzi.

Polisportiva Casarsa vs Alba Cormons 80-57

Parziali: 19-12, 25-22, 20-14, 16-9

Tabellini:
Pol Casarsa: Dell’Angela 15, Bondelli 4, Cengarle 4, Pignaton Mas. 10, Miani 6, Dalmazi 10, Indri 4, Prenassi 5, Mozzi 6, Rizzi 6, Perisan ne, Costantini 10. All. Silvani  ass: Sant e Zamparini
Alba Cormons: Cocut 8, Mazzitelli 9, Diviach 8, Cvetreznik, Gazzetta, Coceani 4, Mocchiutti 1, Bianchini, Pais 2, Vassallo 4, Raccaro 21. All. Cittadini

Arbitri: Galli e Del Fabro