GRAZIE RAGAZZI!

Finisce in gara 3 l'avventura della squadra di Matteo Silvani. I biancorossi subiscono i pordenonesi nella seconda metà di gara e pagano le basse percentuali al tiro.

Termina al Pala Crisafulli, con una sconfitta per mano del favoritissimo Sistema Pordenone, l’avventura dei “reds” in questo campionato di serie D 2017-2018.
Congratulazioni dunque ai vincitori ma, più che mai, onore ai vinti per aver saputo lottare fino alla fine contro una avversaria costruita deliberatamente per il raggiungimento di unico obiettivo, la promozione in C silver.

Non vogliamo mentire e, in cuor nostro, un pensierino lo avevamo fatto.
Dopo la vittoria di gara 2 a Casarsa abbiamo cullato il sogno di poter fare i “monelli” approfittando della pressione che la capolista si sarebbe ritrovata addosso, facendole quello sgambetto birichino che nessuno avrebbe mai messo in preventivo da una “provinciale”, per giunta, rinnovata nel suo organico a inizio stagione e zeppa di giovani, sì di belle speranze, ma privi di quel mestiere che a questi livelli conta moltissimo (e mai come ieri sera ne abbiamo avuto la prova).

Riportiamo qui le parole di Matteo Silvani a commento della gara dei biancorossi:

Prima di tutto le mie più sincere congratulazioni al Sistema che si è dimostrato più forte e pronto di noi nelle 5 partite in cui lo abbiamo incontrato. Seconda cosa voglio ringraziare di cuore, a nome di tutta la squadra, i numerosi tifosi che ci hanno sostenuto in questo finale di campionato dandoci ancora più spinta e regalandoci tantissime emozioni. Avremmo voluto regalare loro una partita punto a punto ma purtoppo le cose sono andate in un altro modo. Noi ci credevamo davvero e le lacrime in spogliatoio dei ragazzi ne sono la testimonianza. Il Sistema ha impostato la partita sulla tattica, difendendo quaranta minuti a zona, e noi su questo aspetto abbiamo ancora da imparare.
Abbiamo perso un po’ di fiducia in attacco, che ci ha tolto energia e cattiveria in difesa. Ci siamo scoraggiati mentre loro erano in fiducia.
Non ho rimpianti perché i ragazzi hanno dato tutto, semplicemente non siamo ancora pronti per battere la prima della classe in gara 3 a casa loro (ammesso che qualcun’ altra squadra lo sia).
È stato un anno esaltante, ricco di soddisfazioni per tutto l’ambiente. Facciamone tesoro.
Ringrazio tutte le persone che mi sono stare vicine e hanno collaborato affinché tutto potesse andare per il meglio: il mio vice Chicco (Enrico Sant), che si è preso cura della crescita tecnica e umana dei ragazzi, il nostro accompagnatore Ilario Lombardi che ha tenuto sempre alto il morale e unito il gruppo e nell’ultimo periodo Alessandro Zamparini che si è offerto di darci una mano per i play off.

Dopo queste parole, permetteteci se in questa sede, concludendo un anno sportivo con questo articolo di commiato, vogliamo rivolgere le nostre attenzioni agli aspetti positivi di una stagione lunga 29 “batttaglie” e non ci soffermeremo sugli episodi negativi di una sola gara, anche se decisiva.
Consapevoli del rischio di ripeterci, non sarà certo la partita di ieri sera e l’esclusione dalla lotta per la promozione, ad appannare il bilancio positivo di otto mesi di campionato.

Serie D maschile

Quello che si è raccolto complessivamente è molto oltre le aspettative e, lo ricordiamo ancora una volta, è conseguente ad una rifondazione che ha generato un gruppo rinnovato, frutto di scelte coraggiose.
Un gruppo che, con il lavoro in palestra e l’intesa nata in spogliatoio, si è dimostrato da subito competitivo e ha saputo guadagnarsi sul campo il rispetto e la stima di ogni avversario compresa quella degli “addetti ai lavori” che avevano accolto con perplessità questa decisione della società.
Ultimo, ma non certamente ultimo per importanza, il rapporto che questa squadra di ragazzi ha rigenerato e cementato con i suoi sostenitori.
Prova ne è la cornice di pubblico presente sugli spalti del Forum di Pordenone che ha sostenuto incessantemente i biancorossi per entrambe le gare disputate in via Rosselli e ha tributato loro il giusto ringraziamento anche dopo la sconfitta sul campo.

Da qui ripartiremo il prossimo anno, dalla certezza che il lavoro fatto ha posto delle basi solide e con la determinazione che, dando continuità a questo progetto, l’obiettivo di crescere ancora e raggiungere traguardi più ambiziosi, sia indiscutibilmente alla nostra portata.

Sistema Basket PN vs Polisportiva Casarsa 72-56

Parziali: 22-17, 35-29, 52-41

Tabellini:
Pol Casarsa: Dell’Angela 8, Bondelli 10, Cengarle, Pignaton 3, Miani 17, Dalmazi 6, Indri 5, Prenassi 2, Mozzi 5, Perisan, Costantini. All Silvani, ass Sant e Zamparini
Sistema PN: Galli D. 8, Gall M. 18, Fantuz 13, Nora 8, Valente, Nava, Coran n.e., Zigante 2, Pasquali, Marcon, Piovesana 18. All: Spangaro, ass Colombis

Arbitri: Caroli e Castellani

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com