IN TRASFERTA LA COOP FA NOVE SU NOVE. ANCHE TARCENTO KO

Casarsa si dimostra ancora una volta “animale” da trasferta inanellando il nono sigillo in altrettante gare disputate lontano dalle mura amiche. Trascinati da Gabriele Indri in serata di grazia, i biancorossi archiviano l'insidiosa trasferta contro Tarcento, consolidando il terzo posto in calssifica generale.

Turno infrasettimanale per la COOP con avversaria di turno la Idealservice Tarcento di coach Andriola che, reduce da due sconfitte consecutive, ha fame di riscatto e di punti per mantenersi in una “tranquilla” posizione di centro classifica.

Il primo quarto è equilibrato nonostante i molti errori dei biancorossi ed una partenza non proprio memorabile.
Gli udinesi si appoggiano in attacco su Noselli, mentre Prenassi e Matteo Pignaton, tengono in scia i nostri che pagano però imprecisione al tiro e sono costretti a rincorrere per tutto il quarto.
I padroni di casa sono avanti 19-16 al 9′ ma nei secondi finali una bomba scagliata da capitan Pignaton chiude i giochi del primo parziale e manda le squadre al primo mini-intervallo in perfetta parità.

Il secondo quarto presenta un Casarsa trasformato con Gabriele Indri, (foto in alto) indiscusso MVP della serata (23 punti; 7 su 9 da 2, 2 su 3 da 3 e 3 su 5 ai liberi) e autore di una prova all’altezza delle sue potenzialità.
Indri mette 11 punti nel quarto e, in società con un esuberante Cengarle, (15 punti con 7 su 9 da 2, 1 su 1 dalla lunetta oltre agli 8 rimbalzi), porta in soli 3′ Casarsa avanti 19-32.
Sulla sponda opposta De Zanchi e Gozzi limitano il passivo ma i biancorossi si dimostrano padroni del campo fino all’intervallo con il tabellone che segna un vantaggio in doppia cifra (35-45).

Ripresa con Tarcento che, come prevedibile, cerca di ridurre lo svantaggio e Casarsa che risponde alternando bel gioco ad azioni “pasticciate” con errori da sotto misura.
Al 5’ la banda di Andriola ha rosicchiato qualcosina (44-50) e, sul fronte opposto i più in palla sono Prenassi (12 punti; 6 su 8 da 2 e 8 rimbalzi) e Marco Malfante, anche questa settimana in doppia cifra con 13 punti a referto, che tengono i biancoverdi a distanza di sicurezza.
A fine quarto il tesoretto è di 13 lunghezze (49-62) che consegna una piccola ipoteca al verdetto dei 40 minuti.

Nervosismo protagonista, sponda Tarcento, nell’ultima frazione di gioco:  sono due i falli tecnici sanzionati a stretto giro a coach Andriola e a Gozzi. Poi l’espulsione di Noselli per proteste.
Da qui, difatto, cala il sipario sulle speranze residue dei padroni di casa di rimettere in piedi il match e, in campo, c’è una sola squdra che non trova più alcuna resistenza firmando un parziale fin troppo severo di 7 a 32.

Riportiamo, di seguito, il breve commento di Alessandro Zamparini:

Questa sera siamo stati abbastanza precisi nel seguire il piano partita offensivo: i lunghi sono stati concreti capendo che era la “loro” gara.
In difesa dobbiamo recuperare brillantezza e trovare maggiore continuità, perché rischiamo di pagare molto cari i nostri momenti di calo.
Una nota positiva è che, finalmente dopo tanto tempo, siamo riusciti ad essere al completo.
Il recupero fisico e di condizione da parte di tutti sarà cruciale per l’esito di questo finale di regular season.

Prossimo appuntamento con i reds che, domenica prossima, ospiteranno Gonars. Palla a due alle 18.00.

Idealservice Tarcento vs COOP Casarsa 56-94

Parziali: 19-19, 16-26, 14-17, 7-32

Tabellini:
Tarcento: Bosa, De Zanchi 8, Giacomini 3, Minute 7, Noselli 16, Borghese, Gozzi 9, Damuzzo 4, Del Fabbro, Maran ne, Avramovic 3, Andriola S. 6. All. Andriola A.
Casarsa: Pitton, Dell’Angela 2, Cengarle 15, Indri 23, Stefani 3, Tagliamento 6, Bondelli 1, Malfante 13, Prenassi 12, Pignaton Mat. 9, Perisan 10. All. Silvani, ass Zamparini

Arbitri: Castellani e Cotugno S.