LA COOP AD UN SOFFIO DAL COLPACCIO ESTERNO CONTRO LA GEATTI

Casarsa esce sconfitta di misura nel big match contro la capolista Geatti, perdendo in un sol colpo l'imbattibilità esterna e la possibilità di conquistare la testa della classifica generale.

La COOP, ancora priva di un giocatore fondamentale quale Francesco Tagliamento,  gioca la sua partita a Udine contro la capolista Geatti in serie vincente da ben quindici giornate.
I biancorossi giungono all’appuntamento forti di un ruolino di marcia immacolato in trasferta e consapevoli dell’importanza della posta in gioco in ottica play off.

La gara appare subito gradevole con due formazioni che si affrontano a viso aperto.
Si capisce subito che l’equilibrio la farà da padrone anche se, i biancorossi, sospinti da un ispirato Giovanni Bondelli, si rendono protagonisti di un’ ottima prima frazione che li porta a racimolare 8 punti di margine sugli avversari (15-23).
Matteo Silvani prova a mettere in campo anche Marco Malfante, non al meglio per un problema muscolare, ma deve rinunciare al suo lungo dopo una manciata di minuti.
Baldan e Moznich non ci stanno e, complici anche i molti viaggi in lunetta per il bonus raggiunto anzitempo dai casarsesi, ricuciono lo strappo, tanto che al 5′ del secondo periodo sono a un solo punto (26-27) e all’intervallo lungo riportano le sorti della sfida in perfetta parità (34-34).

Anche dopo l’intervallo la partita continua senza un vero padrone e la disputa va avanti a corrente alternata con sorpassi e controsorpassi. Così fino all’ 8′ del terzo quarto quando il Basket Time raggiunge gli 11 punti di vantaggio che sembrano poter dare una svolta all’incontro; ma qui Casarsa mostra la sua forza e il suo carattere, rintuzzando con Indri e capitan Pignaton, il tentativo di fuga udinese.

Nella seconda parte dell’ultimo tempo di gioco Bondelli e Pignaton si rendono protagonisti con tre prodezze balistiche dalla linea dei 6,75; ma, quando due possessi di vantaggio, a una maciata di secondi, sembrano spalancare la strada al successo a Perisan e soci, l’approssimativa gestione delle scelte offensive finali, permette l’ insperata rimonta degli udinesi che mettono la testa avanti con pochissimi secondi ancora sul cronometro.
L’ultimo pallone, quello della possibile vittoria, è però in mano a Casarsa ma i biancorossi sciupano l’occasione consegnando il successo ai padroni di casa.

Per gli udinesi la vittoria blinda il primo in classifica mentre per i nostri, con ancora una gara da disputare, il ranking definitivo sarà determinato anche dai risultati di Aviano e Cussignacco nelle gare future.

Matteo Silvani, sensibilmente dispiaciuto per l’esito della partita appena giocata, commenta così:

Un vero peccato. Eravamo sopra di quattro punti a meno di due minuti dalla fine con la partita in mano.
Purtroppo abbiamo gestiti male gli ultimi attacchi. Ci è mancato un po’ di cinismo.
Ai ragazzi non rimprovero nulla dal punto di vista dell’impegno. Senza Tagliamento e Malfante stavamo per sbancare il campo della capolista imbattuta da 15 turni.
L’inizio è stato ottimo, poi la partita si è fatta molto fisica e abbiamo subiti avuto problemi di falli con gli esterni.
Nel terzo quarto complice le palle perse abbiamo subito un break importante ma abbiamo avuto la forza di reagire.
Giocando con carattere sui due lati del campo. Si sa che con loro si fa fatica a giocare, ma abbiamo tenuto botta fino al rocambolesco finale.
Questa partita ci poteva svoltare la stagione è metterci in una griglia play off decisamente migliore ma è andata così prendiamone atto e ripartiamo.
Sono convinto che molti ragazzi possono esprimere molto di più il loro potenziale. Se ci riusciranno potremmo andare lontano. Lavoreremo per questo nell’ultimo mese prima dei play offs.

GEATTI Udine - COOP Casarsa 67-66

Parziali: 15-23, 34-34, 57-52

Tabellini:
COOP Casarsa: Pitton 4, Dell’Angela 11, Cengarle, Indri 6, Stefani 1, Tagliamento n.e., Bondelli 16, Malfante, Prenassi 8, Vegnaduzzo n.e., Pignaton 16, Perisan 4. All Silvani, ass Zamparini
Geatti Udine: Ceschiutti 3, De Marchi 1, Feruglio P. 5, Springolo 12, Moznich 14, Sandri 5, Versolato n.e., Baldan 14, Sbaiz, Feruglio L. 13, Vitale. All Pesante

Arbitri: Penzo e De Tata