LA DIFESA DELLA COOP E’ IMPENETRABILE E GONARS SI DEVE ARRENDERE

La squadra di Silvani costruisce in difesa la sua sedicesima vittoria della stagione concedendo solo 6 punti nel pitturato agli udinesi in tutta la gara. Complice il turno di riposo osservato da Cussignacco, i biancorossi salgono al secondo posto della classifica generale.

Al Palarosa arriva Gonars, attualmente titolare dell’ultima posizione utile in classifica per l’accesso ai play off e con forti motivazioni a distanziare Portogruaro che la minaccia con quattro punti da recuperare sugli udinesi.

Casarsa, che deve fare a meno di Francesco Tagliamento, non in perfette condizioni fisiche, non vuole essere protagonista di ulteriori svarioni casalinghi e sa che, dai risultati di questa lunga volata finale, dipenderà la posizione nella griglia per l’accesso alla fase finale.

Battute iniziali non certamente all’insegna del bel gioco ma comunque intense e sotto il denominatore comune delle difese.
Più Gonars che Casarsa in queste prime “schermaglie” con Versolato, ispiratissimo terminale offensivo per gli ospiti mentre a Indri e capitan Pignaton il compito di tenere in partita i padroni di casa.
Primo parziale avaro di segnature e punteggio basso (12-16) e, come detto in apertura, netta predominanza delle difese che spesso e volentieri costringono a gioco spezzettato ed errori in fase di finalizzazione.

I biancorossi carburano nel secondo periodo con una solida prova di squadra; durante i secondi 10 minuti, segnano un po’ tutti come da tutti giunge il contributo in difesa.
Per gli ospiti la salita si fa dura e quasi solo dalle mani di Spangaro e del solito Versolato, Di Leo, raccoglie fatturato per rimanere nel match.
Si va al riposo lungo dopo un buzzer-beater di Indri che fissa il risultato sul 35 a 28.

I gialloblu ospiti tentano la reazione in uscita dagli spogliatoi cercando di rosicchiare qualche punticino con Spangaro e con una bomba di Padovani.
Ma la COOP è solida e quadrata e serra le maglie in difesa colpendo con Dell’Angela, Indri e Malfante in transizione che tengono il gap in doppia cifra fino a metà del parziale: 44-34 al 6′ per chiudere, con un ulteriore strattone, sul + 14 a fine tempo (59-45).

Poco da annotare sui taccuini negli ultimi 10 giri di lancette se non un po’ di ingiustificato nervosismo in campo sul fronte ospite.
Marco Malfante, con 5 punti consecutivi, mette l’ipoteca sul risultato finale e poi a Fabio Perisan (autore di una splendida prova difensiva) e soci, non resta che amministrare fino alla sirena.

Questo il commento di Matteo Silvani al termine della gara:

La compattezza difensiva ha fatto la differenza.
Ci siamo spesi con dedizione sui loro uomini chiave e di squadra ci siamo aiutati.
Dopo 10 minuti avevamo tirato con 4 su 23 dal campo. Lì siamo stati bravi ad aumentare la difesa e a giocare insieme in attacco, mettendo la palla sotto canestro e riaprendo il gioco.
Da quel momento in poi non c’è stata più partita e i parziali lo dimostrano.
Tutti stanno dando il loro apporto, in questo modo riusciamo a sfiancare gli avversari alla lunga distanza anche avendo percentuali rivedibili.
Ora sotto con Fagagna, sapendo che a questo punto della stagione i due punti sono pesanti per tutti e i valori che derivano dal ranking in classifica contano fino ad un certo punto.

Polisportiva Casarsa vs Libertas Gonars 80-54

Parziali: 12-16, 23-12, 24-17, 21-9

Tabellini:
COOP Casarsa: Pitton 3, Dell’Angela 13, Cengarle 13, Indri 13, Stefani 6, Bondelli, Malfante 9, Prenassi 4, Pignaton Mat. 18, Perisan 1. All. Silvani, ass Zamparini
Libertas Gonars: Di Leo F., Di Raimo, Versolato 20, Libralato, Cecchin 4, Spangaro 12, Moro 2, Malisan 5, Padovani 8, Vermi, Sigon, Piccini 3. All. Di Leo L.

Arbitri: Anastasia e Fabbro