UNDER 13: LA SVEGLIA SUONA TROPPO TARDI

La partita comincia molto male: passano quasi 5 minuti prima che i Reds riescano a concludere un canestro mentre ne subiscono oltre una decina. Dopo il primo time out chiesto da coach Apolloni, i ragazzi sembrano cambiare ritmo e cercano di recuperare i punti persi. E’ però un’illusione perché gli errori in difesa sono tanti.

Il secondo quarto è molto simile al primo anche se Colussi e compagni partono con una marcia in più ma fanno molti errori al tiro che non permette loro di recuperare il risultato. Il secondo quarto si rileva più falloso con un duro attacco degli avversari ma anche i biancorossi sono molto incisivi.

Durante la pausa lunga coach Apolloni cerca di incoraggiare i suoi chiedendo loro di migliorare la difesa e di passare di più la palla durante l’attacco per fare più canestri. La strigliata sembra fare effetto nei due quarti successivi: infatti riescono a recuperare molti palloni sia grazie ai rimbalzi conquistati che grazie al miglioramento nell’attacco. I ragazzi ci hanno creduto fino all’ultimo secondo cercando un gioco veloce e incisivo. Ma non è bastato…

È il turno di una delle ragazze della squadra. Ecco il commento di Bazzo:

Nella partita contro l’Azzano nel primo e secondo quarto la difesa è stata inefficace, i contropiedi mancavano e prendevamo pochi rimbalzi. Il terzo e quarto tempo sotto, la guida del coach Andrea, abbiamo cominciato a sviluppare un gioco energico ricco di contropiede, rimbalzi e palle rubate. Ciò nonostante – conclude la giocatrice – non siamo riusciti a realizzare canestri sufficienti per conquistare la vittoria”.

Coach Apolloni invece esprime così la sua opinione sulla partita:

Non siamo entrati con la determinazione e la mentalità giusta, siamo stati superficiali già durante gli allenamenti precedenti alla partita, eravamo sicuri di poter battere i nostri avversari senza fare fatica. Azzano, invece, è entrato subito in gara con grinta, voglia ed intensità: volevano prendersi una vittoria a tutti i costi. Ormai era troppo tardi quando ci siamo resi conto del grande errore commesso e nonostante l’ultimo quarto, in cui ce l’abbiamo messa veramente tutta, la nostra corsa contro il tempo non è stata sufficiente. A pallacanestro – continua Apolloni – si gioca con la testa, con il cuore e con lo spirito di sacrificio. Dobbiamo trovare la forza dentro di noi ed affrontare la prossima partita al meglio delle nostre possibilità. La differenza tra un gruppo ed una squadra è che una squadra sa alzarsi in momenti come questo”.

Prossima gara domenica 29 maggio alle ore 10.30 contro Basket Cordovado Blu. Vedremo se i nostri metteranno in pratica i suggerimenti del loro allenatore…

Valentina


ASD Casarsa – ASD Azzano 61-68 (6-19, 19-24, 9-12, 27-13)

Tabellini:

ASD Casarsa: Scaglione 4, Colussi, Hushi 26, Zeneli, Bertolin 7, Agyarco 2, Hernandez  6, Mariutti 3, Dalle Vedove 4, Modolo 7, Wood 2, Bazzo. All. Apolloni.

ASD Azzano: Piazza 8, Costa 11, Pasquali T. 2, Fedrigo, Mattiuzzi, Pasquali D., Tartari, Clemente 21, Antoniolli 6, Del Giorno 14, Zancan 1, De Bortoli 5. All.Mack