LA COOP “SPREME” LA LEMON FAGAGNA

I padroni di casa partono lenti per poi imporre gioco e il loro maggior tasso tecnico, nella seconda parte di gara.

Al Palarosa va in scena il più classico dei testa-coda con la capolista Casarsa opposta al fanalino di coda Lemon Fagagna, ancora all’asciutto di vittorie in questa prima parte di campionato.
Matteo Silvani deve rinunciare a Max Pignaton assente per impegni lavorativi e a Giovanni Bondelli, presente in panchina ma difatto indisponibile, complice un risentimento muscolare.

Samuele Prenassi conquista la prima palla a due, ma, mentre l’avvio dei biancorossi lo potremmo definire da “minimo sindacale”, quello dei collinari è deciso e tonico, e frutta un primo parziale in equilibrio con un incontenibile Bernardis che sfiora la doppia cifra nei primi dieci giri di lancette.
Per i padroni di casa sono capitan Pignaton e Francesco Tagliamento a rispondere alla vena offensiva degli ospiti ma è in difesa che Casarsa non morde e permette agli udinesi di aggiuducarsi di misura il primo parziale (17-18).

Nulla cambia dopo il mini-intervallo che conduce al riposo lungo.
Anzi, la Lemon, trainata da Dri e Mollo, tenta anche l’allungo portandosi a +5 (19-24) al 3′ ed è grazie ad Alex Dell’Angela, (per noi MVP della serata), che i biancorossi rientrano impattando al 4′ sul 24-24.
Sull’abbrivio, Pitton e compagni, iniziano finalmente a giocare come sanno, soprattutto in difesa, e il tabellone testimonia il loro crescendo fino al +12 (40-28) a 3’24” dalla sirena di metà gara.
Una tripla di Kodermatz e un canestro di Dri, nella fase finale del quarto mitigano il gap tra le due contendenti e fissano il punteggio sul 41 a 33, ma con l’inerzia del gioco ora saldamente in mano ai padroni di casa.

Al rientro sul parquet c’è solo Casarsa, che piazza la zampata e, con un parziale di 19-7, blinda il risultato finale.
Nulla servono i tentativi della panchina ospite di rifugiarsi in una zona, non proprio irresistibile, per arginare le scorribande delle guardie casarsesi e il nervosismo si fa largo tra le fila degli udinesi che rimediano, nel parziale, quasi più falli tecnici che punti.

Finale di gara già scritto e senza sussulti, con ampia rotazione degli effettivi a referto per Matteo Silvani e possibilità di mettersi in mostra per i promettenti “under” del vivaio casarsese, Lorenzo Vegnaduzzo e Alberto Castellarin.

Appuntamento infrasettimanale, venerdì, a Tolmezzo (ore 20.45 la palla a due) per un altro incontro da non sottovalutare affatto.

COOP Casarsa vs LEMON Fagagna 78-51

Parziali: 17-18, 41-33, 60-40

Tabellini:
COOP Casarsa: Pitton 7, Dell’Angela 20, Cengarle, Indri 4, Stefani 4, Tagliamento 17, Bondelli ne, Prenassi 6, Vegnaduzzo 3, Pignaton Mat. 17, Perisan, Castellarin. All. Silvani, ass Zamparini
LEMON Fagagna: Codutti 5, Mollo 17, Guadagni, Bernardis 11, Rosso, Dal Nin 2, Caruzzi, Dri 8, Skoko, Bramuzzi, Kodermatz 8. All. Cignolini

Arbitri: Fabbro e Angeli