La Storia del Minibasket

HEAD_MB2019

Nel 1950, nasceva il minibasket...

Il Biddy Basket-ball viene ideato, come facilmente prevedibile, negli Stati Uniti nel 1950 da Mr. Jay Archer, laureato in scienze dell’Educazione Fisica all’Università di Stroudsbourg.
Nasce come pallacanestro per i piccoli, con regole identiche a quelle dei grandi e solamente con canestri più basse e pallone più piccolo.
La prima diffusione del Biddy Basket-ball avviene in tutti gli Stati Uniti d’America ed in seguito si presenta in Canada, Portorico, Australia, Messico, Brasile, Equador, Giappone, Malesia e Singapore.
In Europa cambia definizione, da Biddy Basket-ball diventa Minibasket grazie ad Anselmo Lopez che con questa denominazione lo lancia nel proprio paese, la Spagna, nel 1964.
Immediatamente dopo arriva anche in Italia, nel 1965, per una felice intuizione del Presidente Emilio Tricerri e nascono così i primi centri Minibasket a Milano, Bologna, Trieste, Livorno, Pesaro e Roma….(*)

L’entusiasmo è notevole, molti bambini e bambine iniziano a praticare il Minibasket, nel 1966 nascono i Centri di Addestramento Minibasket di Catania, Messina, Bergamo, Brescia, Padova, Genova, Firenze, Ravenna, Bari e grazie alla “Coca Cola”, primo sponsor ufficiale del Minibasket, cui seguirono Motta, Plasmon, Kraft e Monte dei Paschi di Siena, vengono realizzate le prime indimenticabili feste sulle principali piazze italiane.
I centri Minibasket che aderiscono al Settore Minibasket F.I.P., crescono con progressione graduale ed i bambini iscritti si attestano negli anni sui 100.000 circa (…).

(*): tratto da “IL MINIBASKET Emozione, scoperta e gioco: guida tecnico didattica” – FIP Settore Scolastico Minibasket – 2004