Prossima PartitaPortogruaro vs Pol Casarsa/20 Ottobre 2019/Palazzetto dello sport - Portogruaro

L’under 18 maschile si aggiudica la “battaglia” contro Cordenons

Polisportiva Casarsa > News > Giovanili > U18 mas > L’under 18 maschile si aggiudica la “battaglia” contro Cordenons
I ragazzi di coach Bosini, in trasferta a Cordenons, soffrono nel primo quarto ma poi rimboccano le maniche, risalgono la china e si portano a casa un altro referto rosa.

Dopo la larga vittoria dell’andata, nel turno infrasettimanale della decima di ritorno tra Cordenons e Casarsa ci si attendeva una prova di agonismo, mentalità e orgoglio, costante che caratterizza l’infinita ed appassionante sfida tra le due compagini della destra Tagliamento nel bel campionato U18 Gold.
Le premesse si sono tutte ampiamente confermate con i ragazzi dei coach Celotto e Pontani che partono a razzo, mettendo in difficoltà i Reds sia sul piano del ritmo che della fisicità.
Castellarin guida la squadra dettando i ritmi e fornendo sicurezza nella costruzione del gioco, dando conferme alla forza mentale di cui godono i nostri in questa fase del campionato portandoli, punto su punto, a ricucire la fiammata dei verdi di Cordenons per un primo quarto che si chiude sul 19-13.

Nella seconda frazione di gara, una maggiore attenzione nella copertura a rimbalzo difensivo e nella gestione del gioco richiamata da coach Bosini, che nell’occasione era privo del vice Bondelli (impegnato nella gara della serie D NDR), sortisce l’effetto desiderato unitamente ad un Centisman of the match” e ad un Moro particolarmente ispirati (suoi 7 punti di fila a metà frazione) che minano lentamente ma inesorabilmente le certezze dei padroni di casa e fissano il punteggio alla pausa lunga sul 36 pari.

Alla ripresa i Reds, partono bene mettendo le marce alte in difesa, uno dei marchi di fabbrica della compagine bianco-rossa, chiudendo i varchi alle scorribande avversarie nel pitturato ove Mitri, Miorin e Berlese (foto) fanno la staffetta per arginare Bravin, migliore tra i padroni di casa, e scavando un consistente distacco di 11 lunghezze al termine del 3 quarto (44-55).
Botte da orbi” per Niko Scodeller e Vegnaduzzo sotto le plance che si sacrificano e lottano alla grande, faticando non poco per ricevere palloni giocabili destreggiandosi tra raddoppi, corpi degli avversari sempre addosso ed al limite della sanzione.

Nella frazione di gara conclusiva coach Celotto gioca la carta della zona dispari 1-3-1 che inizialmente disorienta i Casarsesi riducendo a 6 punti il distacco.
A Bosini la situazione non sfugge, ordina un time out chiedendo ai suoi continui ribaltamenti della palla per far collassare la difesa avversaria e colpirla in penetrazione o dalla distanza con tiri meno sotto pressione possibile che stoppano l’emorragia fino al liberatorio quanto meritato punteggio finale di 64-68.

Bosini, da esperto coach, non aveva preso sottogamba la gara:

Alla vigilia la partita contro Cordenons si annunciava particolarmente difficile da affrontare.
Eravamo consapevoli che gli avversari si sarebbero presentati a questo appuntamento con grandi motivazioni. E così è stato.
Infatti volevano riscattare la cocente sconfitta dell’andata ed inoltre erano consapevoli che una sconfitta li avrebbe tagliati fuori definitivamente dai primi quattro posti della classifica.
Quindi dovevano vincere e non avevano scelte alternative. Pertanto ne è venuta fuori una partita intensa sia sotto l’aspetto tecnico che agonistico.
Non era facile giocare, peraltro fuori casa, contro una squadra molto aggressiva e determinata.
Devo fare i complimenti ai mie ragazzi che hanno fornito una ottima prestazione fatta di  tecnica nonché di  grandissima concentrazione.
Ritengo che la vittoria sia dovuta principalmente al fatto che siamo stati capaci di difendere con grande intensità per quasi tutta la gara.
Solo negli ultimi minuti abbiamo mollato un po’ e abbiamo rischiato di compromettere quanto di buono avevamo fatto.
Comunque al di là di qualche sbavatura sono molto contento per lo spirito di sacrificio che tutti i giocatori hanno messo in campo.
Ciò denota che negli ultimi tempi la squadra è cresciuta sotto l’aspetto della maturità – conclude Bosini – e le importanti vittorie recentemente ottenute sono autorevoli conferme.

Il punto di vista di Lorenzo Berlese (foto):

Abbiamo portato a casa una partita molto importante per la nostra classifica.
Dopo i primi due quarti, chiusi in perfetta parità, siamo riusciti a racimolare un po’ di vantaggio grazie ad una difesa coordinata e ad un attacco dinamico, che anche di fronte alla loro zona, è riuscito a trovare delle conclusioni buone.
Negli ultimi minuti i nostri avversari si sono avvicinati pericolosamente a noi, ma non abbastanza per sconfiggerci.
Gli unici nei del nostro gioco sono stati la bassa percentuale di realizzazione ai tiri liberi, che ci avrebbero permesso di chiudere la partita prima e non dare speranze agli altri, e alcune palle perse ingenue.

Bravi ragazzi, tutti pronti a rispondere alla chiamata, continuamente impegnati a migliorarvi con il lavoro in settimana, seguendo i consigli dei coach per una vittoria di spessore per forza mentale e tecnica da autodedicarvi, nessuno escluso, e che hanno consentito la costruzione dei successi che questo Team sta ottenendo e si merita.
Ed ora prepariamo bene il prossimo impegno per il quale non servono parole di motivazione!!! A buon intenditor…!!!!! Appuntamento giovedì 9 maggio ore 18.00 al Palarosa.

By Dennis Rodman
Foto Alfix


3S Cordenons vs Polisportiva Casarsa 64-68

Parziali: 19-13, 17-23, 8-19, 20-13

Tabellini:
3S Cordenons: Bravin 21, Da Pieve 2, Palena, Rossit 4, Colombo 5, Valenti, Marcon 9, Curtarelli, Ndompetelo, Biason 10, Casara 9, Comele 5. All.Celotto, Ass.Pontani.
ASD Casarsa: Rossi M., Vegnaduzzo 9, Rossi F., Centis 20, Moro 16, Miorin, Scodeller G., Mitri, Liva, Scodeller N. 16, Castellarin 7, Berlese. All.Bosini

Arbitri: Meneguzzi e Sellan