info@basketcasarsa.it
info@basketcasarsa.it

Rimonta mancata: Casarsa sconfitta nel finale da Cussignacco

Polisportiva Casarsa > News > A.S. 2021-2022 > Rimonta mancata: Casarsa sconfitta nel finale da Cussignacco
Finale amaro per le ragazze di coach Lanza che cadono in trasferta a Cussignacco per soli due punti di scarto nonostante una splendida rimonta

Per la quinta giornata di andata del girone est di serie B, si scontrano le uniche due formazioni ancora al palo. Da una parte i padroni di casa del Cussignacco guidati da coach Tomat, dall’altra la formazione di Coach Lanza, ancora in cerca di una vera e propria identità.

La prima frazione scivola via con un susseguirsi di botta e risposta. La squadra udinese si piazza subito a zona a difendere il proprio canestro. Da par suo, Casarsa attacca con una buona circolazione di palla: Devetta e Mizzau sono subito in palla mentre Bertolin risponde con la stessa “carta” alla tripla della capitana Lazzaro. 17-18 i primi 10’.

È ancora la zona locale a farla da padrona nella seconda frazione, sale in cattedra Esposito, ma Casarsa dalla linea dei 3 punti ricuce ogni tentativo di strappo udinese; Del Ben prima, Bertolin poi e sulla sirena della pausa lunga Beltrame, riducono il gap della frazione ad un parziale di 17-15 per il 34-33 del primo tempo.

Al rientro è un’altra musica: Cussignacco rinuncia alla zona, Toniutti cerca l’allungo, Serena con una tripla impatta ancora a quota 40 al 24”. Poi è la Zussino a caricarsi sulle spalle il “peso psicologico” della terza frazione, importantissimo perché poi segnerà le sorti del match.

Casarsa è in debito di ossigeno e risponde solo su tiro libero con Furlan (foto “Comuzzo”) prima e Devetta poi: 51-44 ed è il primo vero allungo udinese a cui Casarsa non è stato in grado di rispondere. Dopo 1’ dell’ultimo quarto, Toniutti fa 2/2 ai liberi, porta le sue compagne sul 53-44 e costringe coach Lanza a chiamare timeout per chiedere una reazione alle sue ragazze, che porta ad un illusorio parziale di 0-4, 53-48 quando mancano poco più di 7’ alla fine dell’incontro.

Illusorio perché Udine schiaccia sull’acceleratore e con una indemoniata Zussino, ben coadiuvata dalla Toniutti, allunga sino al primo vantaggio in doppia cifra, 61-50, massimo vantaggio 67-53 qualche istante dopo. A 4’ dal termine la sveglia che non ti aspetti più: Serena segna una tripla che suona come una carica, 67-56, Devetta fa 2/2 dalla lunetta e a poco meno di 3’ dalla fine, sul 67-58, coach Tomat chiama timeout per predicare calma alle sue ragazze. Ma è un’altra tripla, questa volta della Devetta, ad accendere la miccia della speranza, perché a -1’50” il tabellone canta 69-63 e partita riaperta.

Al 2/2 dalla lunetta di Zussino risponde Bertolin, 73-65, poi la linea della carità diventa ostica per le udinesi, impaurite probabilmente dal recupero pordenonese di fine gara. Linea della carità che sorride invece a Serena (davvero positiva la sua prova), 2/2 e 72-67 quando mancano 67” alla sirena finale. Stefanini accorcia ancora da sotto, 72-69. Ancora Zussino fa 1/2 a bocce ferme, mentre Bertolin non tradisce, 2/2 e 73-71 a -27”.

Tomat chiama timeout per registrare l’ultimo decisivo attacco, Mizzau si fa sentire con una stoppata magistrale a -17” dalla fine, ma palla in mano con 11” da giocare, casarsa non concretizza quello che poteva essere l’azione per un pareggio, inimmaginabile fino a qualche minuto prima. La partita termina così, lasciando le nostre ragazze con l’amaro in bocca per una rimonta solo sfiorata.

Testa al prossimo impegno e lavorare sodo in palestra, senza dimenticare le cose belle e le cose brutte di questa partita e di quelle che abbiamo giocato sino ad ora. Non c’è altra ricetta possibile – sentenzia coach Patisso a fine gara. Non siamo squadra da ultimo posto, tolte Futurosa e Marghera, le altre si equivalgono e si possono giocare i due posti liberi per entrare nella griglia playoff. Tante volte si pensa che vince chi fa più canestri dell’avversario, noi dobbiamo metterci in testa che invece, in questo momento storico per noi, vince chi sbaglia meno. Questo deve essere il nostro obiettivo per le partite future – conclude il coach.


ASD CUSSIGNACCO vs ASD CASARSA 73-71

Parziali: 17-18, 17-15, 17-11, 22-27


Tabellini:

ASD Cussignacco: Toniutti 18, Sgubin 2, Zoffi, Orzan, Sgobino, Lazzaro 11, Corso, Mio 8, Di Leo, Di Lenardo, Zussino 23, Esposito 11. All.Tomat, Ass.Cortelezzis
ASD Casarsa: De Monte, Furlan 9, Stefanini 4, Mizzau 6, Serena 9, Devetta 15, Colussi 2, Bertolin 20, Cianciotta, De Marchi, Del Ben 3, Beltrame 3. All.Lanza, Ass.Patisso.

Arbitri:

Parisi e Galli

Foto Roberto Comuzzo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.